Salute & Benessere

La mia storia: da paziente oncologico a Istruttrice di Nordic Walking

La diagnosi di "carcinoma" mi viene comunicata in una stanza quasi buia illuminata solo da una piccola luce sulla scrivania del medico. Il medico incaricato alla comunicazione del referto della biopsia è lo stesso che me l'aveva fatta e che mi aveva letto la mammografia e che mi aveva anche fatto l'ecografia.  Con questo medico, negli ultimi quindici giorni avevo fatto talmente tante cose che non posso dire che eravamo diventati amici ma sicuramente buoni conoscenti al punto che si sentì in dovere di addolcire la parola tumore con frasi rassicuranti quali che non è poi così grave, che dopo l'intervento e ...
… a quel punto qualcuno mi ha messo dell'ovatta nelle orecchie, nel cervello e negli occhi, non sentivo più niente,  non capivo più niente dopo un paio di mesi qualcuno mi ha tolto l'ovatta e mi diceva che tutto era andato bene, che  ero stata fortunata e che potevo continuare a fare quello che avevo sempre fatto.  Sinceramente mi sarei voluta rimettere l'ovatta da sola, mi stordivano quelli che si autoconsolavano dicendomi che tutto era andato bene e che potevo continuare a fare quello che avevo sempre fatto come se niente fosse.
Dal silenzio nel quale ero stata alcuni mesi non sarei voluta uscire, coccolata solo dai pensieri essenziali,  e allietata dall'incontro di persone selezionate e speciali, invece sono uscita alla condizione di non voler vivere come se non fosse accaduto nulla, perchè era accaduto veramente qualcosa di grande,  era passata sul mio corpo una malattia mortale, ho pensato alla morte per tanto tempo ho pensato a cosa sarebbe successo se fossi morta e siccome non sono morta voglio essere Viva.
Sono andata in cerca di ciò  che mi si allineava con quello che avevo scoperto e sentito e nella mia ricerca ho incontrato Villa delle Rose a Firenze dove non mi si diceva che era tutto come prima ma che avevo acquisito una competenza in più con la quale ripartire  e che se volevo potevo fare delle attività e fu in quel momento che mi fu proposto, attraverso la LILT Firenze, di fare Nordic Walking.
Un'attività da fare all'aria aperta d'estate e d'inverno in ogni momento della giornata senza bisogno di tante preparazioni bastava un paio di bastoncini un buon paio di scarpe da ginnastica e … fuori!
A volte uscivo,  prendevo frettolosamente i bastoncini mi scaracollavo fuori di casa e ... il miracolo avveniva di nuovo sentivo quella piacevole sensazione di libertà, quel silenzio quell'ovattamento nel quale poter riposare.
La piacevolezza aumentava ogni volta e in me è nato il desiderio di trasmettere e  di donare questa opportunità, a tante persone che come me, avevano affrontato un percorso buio, di paura, di angoscia, infilate in un tunnel nero dove la parola “domani” sembrava non esistere più; tunnel, dal quale ero uscita e il  Nordic Walking mi è stato di aiuto.
Così è iniziato il mio nuovo percorso e la mia preparazione per diventare Istruttore di Nordic Walking e adesso, con gioia ho l’occasione di insegnare questa tecnica e far entrare altre persone in questo mondo che a me ha dato tanto.
M.Maddalena Checcucci

Istruttrice Scuola Italiana Nordic Walking

Istruttrice affiliata Nordic Walking e Dintorni asd

Meteo

Meteo Toscana

Eventi

Calendario Corsi

Novembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Itinerari

Link

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

logofitnessclub.png


 

Login

Contatti

Contatti
Nordic Walking e Dintorni
A.S.D. - C.F.: 94241610487

Via Pier Capponi, 69 - 50132 Firenze

Segreteria: 331.1912861
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Facebook

SFbBox by caulfield cup

NewsLetter

Resta in contatto con NWeDintorni iscrivendoti alla nostra Newsletter, riceverai delle e-mail con tutte le news riguardanti corsi ed eventi.
Grazie per aver visitato il nostro sito, torna presto a trovarci e scoprirai le News dal mondo del Nordic Walking